BLOG

Influenze stagionali nei bambini

Influenze stagionali nei bambini

15 Novembre 2019

I bambini in età scolare sono maggiormente suscettibili alle malattie più comuni. Questo accade perché il loro sistema immunitario è ancora in fase di formazione,  inoltre la vita di gruppo tipica di questa età favorisce anche il contagio. Con l’avvicinarsi dell’ inverno, risulta quindi davvero difficile riuscire ad evitare i cosiddetti malanni di stagione.

A tutto questo bisogna poi aggiungere che ogni anno arriva qualche nuova forma di influenza che costringe adulti e bambini a restare a letto, a volte anche per molti giorni.

Dunque, agire per tempo, rinforzando le difese immunitarie dei più piccoli è la migliore strategia per cercare di evitare che trascorrano i mesi freddi in balia di influenza, mal di gola, tosse, febbre e raffreddore.

Per aiutare l’organismo del bambino a contrastare e prevenire i sintomi dell’influenza, alcune sane abitudini risultano necessarie, come:

  • Un’alimentazione sana ricca di vitamine, fibre e sali minerali
  • Dormire almeno 8 ore a notte
  • Coprirsi bene
  • Evitare gli sbalzi di temperatura

Come forma di prevenzione innanzitutto è importante  che i genitori mettano in pratica alcune norme igieniche, ad esempio:

  • Non usare posate di altre persone
  • Non stare troppo vicini alle persone che starnutiscono o tossiscono
  • Evitare di utilizzare indumenti di altri bambini, in particolare sciarpe o oggetti che vanno vicino alla bocca
  • Buttare sempre il fazzoletto con cui si è soffiato il naso
  • Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone oppure con soluzioni/gel disinfettanti
  • Evitare di toccarsi occhi e bocca con le mani non perfettamente pulite

Nel caso in cui il bimbo si sia ammalato per curare l'influenza bisogna:

  • Tenere il bambino a riposo e non farlo uscire
  • Farlo bere molto, acqua e succhi di frutta forniscono vitamine e zuccheri
  • Mantenere la stanza ben umidificata e aerare l’ambiente più volte al giorno
  • Cambiare frequentemente la biancheria
  • Aerare la stanza dove dorme più volte al giorno.
  • Somministrare paracetamolo quando la febbre sale a 38°

Per avere ulteriori consigli contatta lo staff di Farmacie del Sorriso, saremo lieti di rispondere ad ogni tua domanda!

LASCIA UN COMMENTO