BLOG

Cattiva postura e dolori articolari

Cattiva postura e dolori articolari

17 Gennaio 2020

La vita moderna piena di comfort, e le troppe ore passate fermi e seduti, possono giocare un ruolo determinante nel dare vita ad uno squilibrio che nel tempo diventa sintomatico, incidendo profondamente sulla qualità della vita di chi ne è colpito.  Soprattutto per chi è abituato ad assumere posizioni scorrette in ufficio, le conseguenze si ripercuotono immancabilmente sulla salute della colonna vertebrale e delle articolazioni. I sintomi a questo livello sono così frequenti che si fa fatica a trovare una persona adulta che non presenti questo tipo di problemi.

In risposta alle prime avvisaglie di infiammazione alle articolazioni è importante decidere di seguire uno stile di vita che de-acidifichi l’organismo a partire da una sana alimentazione di tipo alcalino, accompagnata da integratori ricchi di proprietà antiossidanti, detossicanti ed antinfiammatorie.

In seconda battuta è necessario sul problema di fondo e in particolare:

  • Correggere abitudini e posizioni errate
  • Cambiare sedia, letto, tavolo se non garantiscono la possibilità di una postura corretta
  • Ginnastica posturale per abituare il sistema muscolare a nuove posizioni
  • Stretching e allungamento per evitare irrigidimento e mancanza di flessibilità

Nei casi più importanti, invece, per ridurre il dolore più rapidamente e più a lungo possibile è necessario un trattamento farmacologico. Agli antidolorifici il medico affiancherà quasi certamente terapie a base di antinfiammatori per ridurre l'infiammazione. Il terapista può consigliare anche dei farmaci miorilassanti che hanno lo scopo di far rilassare e ammorbidire i muscoli colpiti dalla contrattura.

È evidente come la riabilitazione per una postura scorretta necessiti di diverse figure professionali (osteopata, posturologo, optometrista, odontoiatra, gnatologo, logopedista, rieducatore posturale), che collaborino tra di loro con un approccio interdisciplinare nei confronti del paziente e delle sue problematiche. Se è vero che la correzione degli errori più evidenti può essere affrontata da soli, un vero e proprio piano completo di azione deve essere gestito da un esperto.

LASCIA UN COMMENTO